kinexia

WASTE ITALIA S.P.A.: INTERAMENTE SOTTOSCRITTO IL BOND DI 200 MILIONI DI EURO

Milano, 14 novembre 2014. Kinexia S.p.A. (“Kinexia”), società quotata sul segmento MTA di Borsa Italiana, attiva nei settori delle energie rinnovabili e dell’ambiente, rende noto che il Consiglio di Amministrazione della controllata Waste Italia S.p.A (“Waste Italia” o “Emittente”), sub-holding leader nel settore della gestione dei rifiuti speciali e dei servizi per l’ambiente, riunitosi nella serata del 13 novembre 2014, ha deliberato, ai sensi dell’art. 2410 del cod. civ., i dettagli dell’emissione del prestito obbligazionario già annunciato a fine ottobre (il “Prestito Obbligazionario”).

Il Prestito Obbligazionario di Euro 200 milioni è stato interamente sottoscritto

Giuseppe Maria Chirico, Presidente e Amministratore Delegato di Waste Italia S.p.A., ha commentato: “Sono molto soddisfatto del risultato dell’operazione che conferma ancora una volta la qualità della squadra e dell’azienda e la bontà del nostro business model che è’ stato apprezzato sui mercati finanziari internazionali . Tale operazione ci permette di rafforzarci ulteriormente e poter perseguire gli obiettivi di sviluppo che ci siamo prefissati”.

Pietro Colucci, Presidente e Amministratore Delegato di Kinexia, ha commentato: “Con questa operazione si conclude brillantemente un anno straordinario per il gruppo Kinexia iniziato a dicembre scorso con la quotazione di Innovatec e proseguito con la fusione inversa tra Kinexia e Sostenya che ha portato il gruppo Waste in borsa , con l’uscita con successo del fondo Synergo dall’azionariato di Waste in concambio con azioni Kinexia , con il suggello del nulla osta di Consob su tutto il progetto e la contemporanea uscita dalla grey list, con una grande operazione di M&A che e’ l’acquisto del gruppo Geotea e infine con il “Green Bond” da 10 milioni su Innovatec e il bond di 200 milioni di Waste Italia.

È’ stato un lavoro monstre conclusosi con un road show condotto tra Londra, New York, Parigi, Francoforte e Milano dove il nostro management ha saputo farsi conoscere ed apprezzare ottenendo sottoscrizioni di investitori internazionali ma anche italiani per 200 milioni in un momento in cui il mercato non concede nulla e moltissimi deal vengono posposti e ritirati.

Dobbiamo essere fieri di quello che abbiamo fatto perché tutte queste operazioni in un unico anno stravolgono il profilo del Gruppo riposizionandolo per taglia, credibilità sui mercati internazionali e prospettive in una dimensione neanche immaginabile solo un anno fa. Infine il ringraziamento a tutti i professionisti coinvolti e in particolare a una grande banca globale come Jefferies che non ha mai smesso di credere nelle nostre capacità e in questo deal ma anche agli studi legali che ci hanno assistito e in particolare NTCM per il bond e GOP per l’operazione di M&A senza contare L’ausilio di Rothschild come nostro Advisor che ci ha accompagnato in questo lungo e difficile percorso”.

Le obbligazioni, saranno emesse al 92,294% del valore nominale, di durata pari a massimo 5 anni decorrenti dalla data di emissione, con rimborso nel 2019, prevede una cedola annuale del 10,50%.

Le obbligazioni saranno quotate sull’Official List dell’Irish Stock Exchange e sull’ExtraMOT Pro – segmento professionale della Borsa Italiana.

In particolare, l’Emittente rende noto che, in data 13 novembre 2014, ha presentato presso Borsa Italiana S.p.A. (“Borsa Italiana”) la domanda di ammissione alla negoziazione delle Obbligazioni sul segmento PRO del mercato ExtraMOT. La decisione di Borsa Italiana e la data di inizio delle negoziazioni delle Obbligazioni sul mercato ExtraMOT PRO, insieme alle informazioni funzionali alle negoziazioni, saranno comunicate da Borsa Italiana con apposito avviso.

Waste Italia utilizzerà le risorse derivanti dal prestito obbligazionario al fine di perseguire gli obiettivi industriali propri e delle società del Gruppo. Il Prestito Obbligazionario consentirà, inoltre, di ottenere le risorse necessarie per procedere al rifinanziamento delle attività del Gruppo, riorganizzare sotto un’unica sub-holding Waste Italia il business dell’Ambiente attraverso le compravendite infragruppo della società Faeco S.r.l. (attualmente controllata da Ecoema S.r.l. a sua volta controllata da Kinexia), della partecipazione minoritaria (35%) della SMC S.p.A. (attualmente detenuta da Ecoema S.r.l.) e del ramo biogas da discarica (attualmente in seno alla società Volteo Energie S.p.A. interamente controllata da Kinexia) e per fornire la Società di ulteriore liquidità che potrà essere utilizzata sia per l’acquisizione del Gruppo Geotea di cui al comunicato stampa emesso in data 3 novembre 2014 sia per cogliere eventuali opportunità di mercato.

Waste Italia si è avvalsa di Rothschild come Financial Advisor dell’operazione e degli Studi Legali NCTM e Paul Hastings LLP come Advisors legali.

Il verbale del Consiglio di Amministrazione sarà messo a disposizione del pubblico secondo le modalità e i termini previsti dalla normativa vigente.

Leave a Reply