Hawaii just banned plastic bags. Can you help make New Zealand the next? >> http://grnpc.org/IgtC9What were you expecting to see beneath the waves? Exotic fish or colourful corals? Think again. This shocking footage shows plastic waste in the Mediterranean Sea.

Posted by Greenpeace International on Martedì 14 luglio 2015

VIDEO: Il Mar Mediterraneo sta morendo. Tra le specie più rischio c’è la barriera corallina

BOLOGNA – Il mar Mediterraneo è un mare molto malato, è ben noto, e le malattie sono tante e sempre più gravi. Le immagini riportate del video di Greenpeace danno una visione apocalittica delle condizioni delle nostre acque. Ma ci sono minacce anche meno visibili della proliferazioni incontrollata di plastiche e rifiuti, normali e tossici, e sono legate al riscaldamento globale a all’acidificazione degli oceani, fenomeni questi ultimi, che mettono a rischio la sopravvivenza delle barriere coralline del Mediterraneo, con effetti negativi sugli ecosistemi marini e di conseguenza sulle società umane.

Gli ultimi dati ci giungono dallo studio di un team internazionale guidato dai ricercatori dell’Università di Bologna, e pubblicato sulla rivista ‘Nature Communications’. Oggetto della ricerca è stato lo studio delle acque al largo dell’isola di Panarea, dove un cratere vulcanico sottomarino emette continuamente anidride carbonica acidificando l’acqua circostante e creando un gradiente di acidificazione che rispecchia i valori previsti per il 2100.

La specie su cui si è focalizzato il lavoro di ricerca è “il corallo Mediterraneo Balanophyllia europaea. Lo studio ha evidenziato come, all’aumentare dell’acidificazione delle acque, il polipo incontri maggiori difficoltà a produrre lo scheletro”, con una conseguente diminuzione della calcificazione che lo rende “più poroso e fragile”. “Il cratere vulcanico sommerso di Panarea rappresenta uno dei quattro siti noti al mondo dove l’acqua del mare presenta oggi dei valori di acidità paragonabili a quelli previsti per la fine del secolo”.

Leave a Reply