cop21-paris

Verso COP21: 19-23 ottobre tutti a Bonn per l’ultima sessione di negoziati

Oggi è un giorno importante. Come vi avevamo anticipato dal 19 fino al 23 ottobre, a Bonn (Germania) si riuniscono i leader di 195 paesi per l’ultima sessione di negoziati che precede il vertice delle Nazioni Unite che si terrà a Parigi tra il 30 novembre e l’11 dicembre, in cui, lo ricordiamo, i leader dei paesi di tutto il mondo si incontreranno per discutere e sottoscrivere un accordo sul clima, con l’obiettivo di arrestare gli effetti disastrosi del cambiamento climatico.

L’incontro di Bonn servirà a fare dei passi avanti sul testo che sarà oggetto dei negoziati di Parigi, di cui è stata rilasciata l’ultima bozza all’inizio dei ottobre. La semplicità del testo, 26 punti raccolti in sole 20 pagine perché tutti i partecipanti alla conferenza siano in condizione di comprendere l’accordo, è il fattore che desta maggiore ammirazione ma anche maggiori critiche: è necessario infatti che il testo rifletta tutte le opzioni di azione contro il cambiamento climatico, mettendo contemporaneamente i ministri di tutti gli stati in condizioni di agire.

Il clima che si respira a Bonn, in quest’ultima sessione prima di COP21 è denso di concitazione. La massima urgenza di raggiungere un accordo efficace è palpabile, così come la consapevolezza di arrivare in brevissimo alla messa in opera di misure di contenimento del clima. Se anche Parigi, come Copenaghen nel 2009, dovesse essere un accordo infruttuoso e quindi si continuasse a seguire il trend attuale, entro il 2030 la temperatura potrebbe aumentare addirittura di 5 gradi.

Leave a Reply