mISE

Rapporto semestrale MISE – buone notizie per l’Italia

Il Ministero dello Sviluppo, guidato da Federica Guidi, ha pubblicato la relazione semestrale sull’operato del governo dal mese di marzo a settembre 2015, finalizzato alla crescita del paese. Le linee strategiche che hanno mosso le azioni governative si sono basate su diversi ambiti: sostegno all’innovazione, rilancio della competitività delle imprese, taglio della bolletta elettrica e sostegno all’efficientamento energetico, forte impulso all’internazionalizzazione, ma anche un deciso taglio alle spese e una falciata alle collaborazioni esterne.

Secondo il Rapporto sulla competitività del World Economic Forum L’Italia recupera 6 posizioni (dal 49° al 43° posto) nella classifica mondiale 2015-2016 sulla competitività, risultato raggiunto grazie alle misure volte ad implementare l’innovazione tecnologica e l’internazionalizzazione del paese ma anche ad iniziative come l’Expo e alle politiche di rilancio del Sud, su cui il documento si focalizza.

Nel Rapporto si evidenzia come lo sviluppo in ambito energetico del paese sia stato soddisfacente, si legge infatti che l’obiettivo previsto per il 2020 di portare al 17% del totale i consumi di energia da fonti rinnovabili, sia stato raggiunto con 5 anni di anticipo, grazie ad interventi come il via libera definitivo al metanodotto TAP «TransAdriatic Pipeline», il potenziamento del sistema di approvvigionamento tramite rigassificatori e il potenziamento delle interconnessioni elettriche interne e delle interconnessioni con l’estero.

Buone notizie anche sul fronte startup: le misure per rilanciare gli investimenti la ricerca e lo sviluppo e il Fondo di Garanzia per le PMI, ha permesso l’erogazione di finanziamenti per 217 milioni di euro, parallelamente sono state approvate nuove misure per gestire e far crescere l’innovazione nel nostro paese – Credito d’imposta ricerca e sviluppo, Patent box per le tassazioni agevolate su nuovi marchi e brevetti e Reti d’impresa per l’artigianato digitale.

Consulta il rapporto

 

 

Leave a Reply