GRAZIE EXPO 2015, 6000 METRI QUADRI, UN'OASI NATURALE DISTRUTTA

GRAZIE EXPO 2015, 6000 METRI QUADRI, UN'OASI NATURALE DISTRUTTA PER NUTRIRE IL PIANETA CON IL CATRAME ED IL CEMENTO.ci racconta Monica Fasano una donna molto coraggiosa. Continuerò a lottare per quel poco che e rimasto ricreando un nuovo piccolo oasi per far tornare le famiglia e bambini anziani . Oggi le attività dell'oasi si limitano all'accogliere i cani randagi che sono in attesa di adozione, tutte le altre attività sono diventate impraticabili, visto che ora l'accesso alla cascina è stato chiuso ai non autorizzati e per raggiungerlo bisognerebbe richiedere una particolare autorizzazione.speriamo che le autorità competente possa aiutare Monica per non far sparire quel poco che e rimasto. #M5S #milano #expo Stop Al Consumo Del Suolo

Posted by Johnny Valdivia on Martedì 9 giugno 2015

L’altra faccia di EXPO 2015: un’oasi naturale distrutta senza motivo e una strage di animali

Ecco il video diretto da Johnny Valdivia in cui si spiega come un’oasi naturalistica abbia dovuto cedere il posto a una strada inutile e come non ci sia stato neanche il tempo di evitare una strage ingiustificata di pesci.

“GRAZIE EXPO 2015, 6000 METRI QUADRI, UN’OASI NATURALE DISTRUTTA PER NUTRIRE IL PIANETA CON IL CATRAME ED IL CEMENTO. Lo racconta Monica Fasano, una donna molto coraggiosa – Continuerò a lottare per quel poco che è rimasto ricreando una nuova piccola oasi e far tornare le famiglie, i bambini e gli anziani. Oggi le attività dell’oasi si limitano all’accogliere i cani randagi che sono in attesa di adozione, tutte le altre attività sono diventate impraticabili, visto che ora l’accesso alla cascina è stato chiuso ai non autorizzati e per raggiungerlo bisognerebbe richiedere una particolare autorizzazione. Speriamo che le autorità competente possa aiutare Monica per non far sparire quel poco che e rimasto.”

Leave a Reply