Beautiful corals in shallow reef Marshall Islands Majuro Atoll

Isole Marshall: un angolo di paradiso che rischia di sparire a causa del cambiamento climatico

Le isole Marshall sono un angolo di paradiso al largo dell’Oceania, si tratta di uno stato insulare composto principalmente da due arcipelaghi, nella zona della Micronesia. Hanno tutta l’aria di sembrare un posto incredibile dove il tempo si ferma e si fonde con il colore del mare e le spiagge bianche.

Ma c’è un problema: le Isole Marshall stanno sparendo, sommerse sotto il livello del mare, per effetto del cambiamento climatico. Il vertice sul clima che si terrà a dicembre a Parigi, rappresenta una speranza per la sopravvivenza di queste isole, se i negoziati fallissero e, se non si stabilisse la giusta soglia entro cui contenere l’innalzarsi del clima, le Marshall potrebbero sparire sotto gli occhi di questa o della prossima generazione, come afferma la CNN.

Secondo Stefan Rahmstorf, professore di Fisica Oceanica all’università di Potsdam, in Germania “Con soli due gradi in più, commetteremo il crimine di lasciar sparire posti meravigliosi come questi, intere città situate sulle coste spariranno, di certo potrete dire addio alle Marshall”.

Tony Brum, il Ministro degli Esteri Marshallese sostiene “ Non siamo un piccolo paese insulare noi siamo un grandissimo paese oceanico, con una coscienza ed un’etica che sentiamo di dover condividere con il resto del mondo” e, in vista dell’assemblea di Parigi, chiede maggiore impegno alle Nazioni Unite, perché fissino nuovi target sul cambiamento climatico.

Chiede un abbassamento del limite dell’innalzamento tollerabile delle temperature, da 2°C ad 1.5° C, che consentirebbe la sopravvivenza di questo paradiso. Suggerisce inoltre di mettere da parte i piani decennali, troppo lunghi da realizzare e poche occasioni per discutere, significa troppa disattenzione verso le realtà territoriali più piccole e più in difficoltà. Parla di piani quinquennali e di cicli di negoziati di pari durata.

Brums, così come Papa Francesco, durante la visita a Washington, sottolinea l’importanza di muoversi adesso per evitare conseguenze irreversibili. Così come il Papa parla anche di un impegno che tutti dobbiamo assumere necessariamente e subito.

Leave a Reply