schermata_09_2457284_alle_15-10-43

Industria 4.0, 10 miliardi di investimenti per le imprese

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda hanno presentato a Milano il piano del governo “Industria 4.0″, che punta a far crescere gli investimenti privati di 10 miliardi solo nel 2017.
La prima direttrice chiave è sugli investimenti: +10 miliardi di quelli privati nel 2017; +11,3 mld di spesa privata in sviluppo ricerca e innovazione nel periodo 2017-2020; +2,6 mld nel volume degli investimenti privati “Early Stage” nel periodo 2017-2020. La seconda direttrice riguarda le competenze: 200 mila studenti universitari e 3.000 manager specializzati sui temi 4.0; il raddoppio degli studenti iscritti agli istituti tecnici superiori; circa 1.400 dottorati di ricerca. Gli incentivi fiscali, per un totale di 13 miliardi, diventano orizzontali, non più a bando. “Pensiamo che l’Italia debba essere patria delle possibilità”, dobbiamo “cambiare la mentalità e dire che è la patria delle possibilità e delle opportunità”, ha detto Renzi.
Il piano entrerà nella prossima legge di bilancio, che avrà un orizzonte di medio e lungo termine: “Siamo di fronte ad un grande salto tecnico e culturale che rischia di spiazzarci e non solo sotto il profilo della competitività” ha detto il ministro Calenda spiegando che il piano sarà coordinato da “una cabina di regia. E la verifica sarà spietata”. La regia sarà gestita in un primo momento da governo e imprese, poi successivamente entreranno anche le Regioni.
Tra le misure prevista arrivano anche tempi più lunghi per il superammortamento e una diversa modulazione del credito di imposta per ricerca e innovazione, che sarà incrementale, portando l’aliquota della spesa interna fino al 50%, con un credito massimo da 5 fino a 20 milioni di euro.

Leave a Reply