energymed02

Giovedì 27 marzo parte a Napoli EnergyMed: ecco i 16 convegni in programma nella prima giornata

NAPOLI – Giovedì 27 marzo al via a Napoli la settima edizione di EnergyMed che presenta già dalle prime ore della giornata un fitto programma di convegni e workshop. Sono ben 16 infatti gli incontri della giornata su diversi temi. Si comincia alle 9.30 con il Convegno inaugurale dal titolo La nuova programmazione dei Fondi Europei 2014 – 2020, a cura di Renael, ANCI Campania e Forum PA, in cui esperti del settore si confronteranno sui più attuali progetti europei e regionali per il prossimo settennio. Si prosegue con Green building e rigenerazione urbana per una città sostenibile a cura dell’ Ordine degli architetti di Napoli e con La geotermia a bassa entalpia: dalla ricerca all’applicazione organizzato dal Consiglio Nazionale dei geologi, ordine dei geologi della Campania.

energymed01Delegazioni estere provenienti dal bacino mediterraneo saranno invece le protagoniste del primo meeting italiano del progetto europeo SHAAMS che si confronteranno su Applicazioni dell’energia solare nei Paesi del Mediterraneo: esperienze a confronto mentre Cesvitec è il promotore dell’incontro dal titolo Azioni e strumenti per una economia verde. GIFI ANIE Energia promuove invece il convegno sull’energia solare Continuare ad investire nel fotovoltaico: opportunità per industria e consumatori.
Parallelamente, con il progetto Smart City Med, si inaugurerà anche la sessione congressuale a cura di Forum PA con 3 convegni: uno dedicato alla Piattaforma dei progetti delle Smart City italiane, il secondo alle Smart City nel Mediterraneo e agenda digitale e il terzo intitolato Dai progetti alla realtà: il PONREC con il bando Smart Cities e le tecnologie innovative per scommettere sulle città del Sud. Nella stessa giornata, in calendario anche 8 convegni organizzati dal Salone della Responsabilità Sociale Condivisa, su: riciclo, cultura di impresa, sviluppo sostenibile, tecnologie e sicurezza, cultura della solidarietà e il mondo delle imprese.

Leave a Reply