consumer

“General Food Law”, i risultati dell’analisi della Commissione Europea

La Commissione europea ha circolato i risultati preliminari del “Fitness check” o controllo di conformità- l’esercizio di valutazione dell’efficacia ed efficienza della General Food Law europea, il regolamento 178/2002 –pietra miliare della sicurezza alimentare dopo la crisi della “mucca Pazza”.

Il Re-Fit, che finirà formalmente a dicembre 2015-incorpora nelle sue valutazioni le risposte dei principali stakeholder europei, ma vede anche due studi indipendenti commissionati dall’esecutivo europeo.

I risultati di massima sono positivi: e vedono una promozione generale della normativa nel garantire, rispetto al passato, un migliore conseguimento della sicurezza alimentare anche tramite tracciabilità, valutazione centralizzata del rischio a livello europeo, richiamo dei prodotti inadatti al consumo umano o insicuri. La Legislazione Alimentare Generale, raggiungendo gli obbiettivi prefissati, ha visto inoltre miglioramenti considerevoli in tutte le aree.

Rimangono tuttavia alcune zone di incertezza, come espresse dalla stessa Commissione europea, circa la armonizzazione con altre normative alimentari specifiche- così come circa la differenza dell’applicazione dovuta al diversa interpretazione delle autorità nazionali incaricate operativamente dei compiti.

Coldiretti, che ha partecipato alla consultazione pubblica sul regolamento 178 in quanto parte interessata, ha da tempo sottolineato alcuni limiti del regolamento 178, che sembrano andare oltre la portata di un semplice controllo di adeguatezza come è il “REFIT”.

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

Leave a Reply