efficienza2

Due bandi per 28 milioni di euro per investimenti in efficienza energetica nel Lazio. C’è tempo fino all’11 gennaio

La Regione stanza oltre 28 milioni di euro, a valere su risorse FESR, per sostenere l’efficienza energetica di imprese ed edifici pubblici

Energia Sostenibile 2.0 e Smart Energy Fund. Sono i nomi dei due strumenti messi a punto dalla Regione Lazio per promuovere l’efficienza energetica, che potranno contare su uno stanziamento complessivo di 28,2 milioni a valere su risorse FESR della programmazione 2007-2013 e 2014-2020.

Energia Sostenibile 2.0

Investire sugli edifici pubblici per migliorarne la sostenibilità economica e ambientale attraverso interventi per l’efficienza energetica e l’incremento dell’uso delle energie rinnovabili. Questo l’obiettivo del primo bando, con una dotazione di 13,2 milioni di euro a valere sul POR FESR 2014-2020, rivolto Comuni, Province, Città metropolitana e a Roma Capitale. Gli Enti pubblici devono essere proprietari o titolari ope legis della gestione dell’immobile da candidare agli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica

Gli immobili e i complessi immobiliari ammissibili sono:
Strutture pubbliche sedi di Enti locali;
Strutture di servizi socio-educativi (asili nido, scuola dell’infanzia, scuole primarie e secondarie);
Strutture sportive (palestre, piscine e campi sportivi);
Strutture eroganti servizi sociali.
Le domande devono essere presentate entro l’11 gennaio 2016.

Smart Energy Fund

Si tratta di Fondo di ingegneria finanziaria volto a sostenere la realizzazione di investimenti per la riduzione delle emissioni provocate dalle PMI (comprese le attività commerciali e artigiane) del Lazio.

Il fondo può contare su 15 milioni di euro (in questo caso, si tratta di risorse FESR della passata programmazione) e intende sostenere la realizzazione di investimenti per il miglioramento dell’efficienza energetica o la produzione di energia rinnovabile, mediante l’erogazione di prestiti agevolati in sinergia con gli incentivi statali, che sono spesso significativi ma diluiti nel tempo.

Gli investimenti in efficienza energetica e per la produzione di energia, finalizzati – anche in parte – all’autoconsumo, devono riguardare immobili esistenti e con destinazione d’uso non abitativa.
Possono accedere ai prestiti le PMI del Lazio che realizzano direttamente il programma di investimento grazie al prestito agevolato ricevuto a valere sul Fondo, o beneficiano dell’agevolazione in forma indiretta, tramite un soggetto terzo (FTT Provider), che ottiene il prestito agevolato e realizza il programma di investimento, trasferendo all’impresa beneficiaria il beneficio del tasso agevolato e dell’efficientamento energetico.

Per la presentazione delle domande è previsto un click day il 10 dicembre 2015.

CONTINUA A LEGGERE

 

Leave a Reply