nottambuli o mattinieri

Dimmi a che ora ti svegli e ti dirò che cronotipo hai

A che ora ti svegli? Sei di quelli che piombano già dal letto alle prime luci dell’alba, o di quelli che all’alba vanno a dormire?

Alcuni pensano che veglia e sonno siano in qualche modo regolamentati solo dall’età, i giovani sono dichiaratamente gente della notte, mentre andare a letto presto fa tanto anziano. In realtà che le tue abitudini siano queste o quelle, l’età c’entra poco: alcuni scienziati infatti hanno scoperto che la genetica può influire su questo aspetto. Sono i vincoli ereditari ad influire sul nostro orologio biologico rendendoci, a seconda dei casi, nottambuli o mattinieri.

A confermarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Neurology, che si basa sull’osservazione delle mosche da frutta per capire in che modo le variazioni genetiche possano determinare il ritmo del sonno di una persona. Questi organismi hanno un orologio genetico molto simile a quello degli umani, per questo gli investigatori credono che i geni che regolano questa funzione possano comportarsi in modo simile ai nostri. Dopo l’investigazione dei genomi, gli scienziati hanno individuato ben ottanta geni relazionati con diversi comportamenti.

La maggior parte delle persone si sente stanco, ha sonno, o si rilassa in diversi momenti del giorno. L’impatto di questa preferenza nella salute e nel comportamento ha basi molecolari sconosciute come ha sottolineato il dott. Eran Tauber, uno dei coautori dell’indagine.

La squadra di investigatori dell’Università di Leicester ha identificato le due preferenze che riguardano il ritmo del sonno, osservando il momento del giorno in cui le mosche venivano fuori dalla tana. La maggior parte usciva al mattino, alcuni più tardi. Si sono fatte quindi analisi del DNA delle mosche in base a cui si è scoperto che gli stessi geni si attivavano in diversi momenti in entrambi i cronotipi, a causa di alcune differenze nel DNA.

Quindi se avete ritmi da vampiri, state sereni sono solo i processi molecolari che contribuiscono alla regolazione del vostro sonno.

Leave a Reply