fotoagriturismo

Agriturismoinfiera, dal 18 al 19 gennaio, a Milano torna l’evento per tutti gli appassionati di agriturismo

Milano – Il 18 e 19 gennaio, apre a Milano, Agriturismoinfiera, la rassegna dedicata alle aziende agrituristiche italiane. L’evento si terrà nel parco delle Esposizioni di Novegro, con la presenza di 300 strutture provenienti da tutte le regioni italiane. Oltre alle attività ludo-didattiche per i giovani visitatori sono previste vere e proprie full immersion nel mondo della vita a tutto green. Scopo della manifestazione è quello di valorizzare il territorio nazionale, le strutture agrituristiche ad esso connesse e il rapporto con l’ambiente e la natura. I proprietari degli agriturismi potranno così trasmettere di persona ai visitatori l’amore e la passione che impegnano nel curare le loro strutture e convincerli a trascorrere una vacanza presso il loro agriturismo. “Nonostante la crisi,spiegano Stefano Lamberti e Alessandra Aspesi di Tec Srl, organizzatori dell’evento – il settore dell’agriturismo in Italia ha registrato negli ultimi dieci anni un vero boom, con un aumento del 57,3%, dimostrando un ruolo importante nell’industria turistica nazionale. Per questo Agriturismoinfiera vuole essere una grande opportunità per tutta la famiglia, un tuffo nella vita semplice a contatto con la natura, circondati da terra fertile che aspetta solo di essere seminata, frutta da cogliere, odori e sapori genuini dei cibi fatti in casa, suoni così diversi da quelli cittadini”.agriturismoinfiera

I numeri – Gli agrituristi valgono oltre un miliardo di euro, in Italia sono tutto circa 5 milioni (su 21 milioni di decisori di vacanza)e amano acquistare negli agriturismi soprattutto i prodotti tipici come olio, vino, e dolci.La scelta dell’agriturismo, dopo il buon rapporto qualità/prezzo (69%), è condizionata dalla sua posizione (53%), dai luoghi da visitare nei dintorni (49%), dall’elasticità della struttura nell’accettare soggiorni di lunghezza variabile (42%), dal tipo di trattamento proposto (41%), dalla presenza di un ristorante (37%), dall’attività all’interno anche per i bambini (26%) e infine dalla possibilità di portare con sé animali domestici (24%).In Italia oggi sono presenti circa 20 mila agriturismi e gli stranieri li scelgono in Toscana (46,3%), a seguire la Sicilia (15,9%), l’Umbria (15,4%)e il Veneto (14,7%). Anche gli italiani preferiscono quelli in Toscana (59,0%) e in Umbria (38,2%), poi nelle Marche (18,6%), nel Trentino Alto Adige (17,6%) e, per il 72% di loro, la recente crisi ha influenzato le vacanze contro il 24% degli stranieri.

Leave a Reply