5 cose da sapere su COP21

  • Cos’è COP21?

Tra il 30 Novembre e l’11 dicembre 2015 una delegazione di politici e leader provenienti da oltre 190 paesi saranno coinvolti nella 21esima Conferenza delle Parti promossa dalle Nazioni Unite e meglio conosciuta come COP21. S’incontreranno a Parigi per provare ad accordarsi rispetto ad una normativa globale per contrastare il cambiamento climatico.

  • Perché è importante?

La discussione si fonda sulla necessità di trovare un accordo per evitare gli impatti disastrosi del cambiamento climatico, come la siccità, le esondazioni e le tempeste. significa metterci in condizione di contenere il riscaldamento globale entro i 2°C – ovvero la soglia concordata entro la quale il riscaldamento del pianeta non è eccessivo e consente di metterci al riparo dagli effetti catastrofici del cambiamento climatico.

Alcune nazioni stanno già subendo gli effetti di questo fenomeno: rifugiati di guerre che scoppiano per il cambiamento climatico e condizioni climatiche estreme. COP è anche supporto ai paesi vulnerabili ed alle comunità che si stanno adattando agli impatti del cambiamento climatico che avvengono sotto i nostri occhi. Alcune nazioni, inclusa l’alleanza delle piccole isole, credono chela soglia dei 2°C sia troppo alta e si battono perché sia portata ad 1.5°C, livello entro il quale si prospetterebbe una situazione migliore per tutti.

3- in quale esito dobbiamo sperare?

Un trattato internazionale, non una dichiarazione di promesse vuote, qualcosa che legalmente vincoli le nazioni e le leghi alle responsabilità delle proprie azioni. Per ottenere questo risultato i diplomatici delle Nazioni Unite chiedono che si arrivi molto preparati alla COP21 poiché è necessario il contributo di tutti gli stati.

Questo è quello che si intende per Intended Nationally Determined Contributions o INDCs. Questi sono gli impegni che i paesi responsabili di oltre l’80% delle emissioni hanno espresso per la riduzione delle stesse anticipando i temi della conferenza.

Comunque per adesso non ci sono vincoli legali, si tratta più che altro di indicazioni per i 155 paesi che le hanno sottoscritte. Ma uno degli scopi di COP è provare ed ottenere un accordo delle parti che sia assolutamente vincolante dal punto di vista normativo a Parigi.

Mentre con gli INDCs espressi attualmente non è possibile contenere il cambiamento climatico entro la soglia individuata, secondo le analisi delle Nazioni Unite, sono comunque considerati un buon inizio. Perché significa che i grandi inquinatori: Cina, US Europa ed India stanno assumendo una responsabilità a livello globale.

4 – Meraviglioso, ma dipende tutto da quello che diranno i politici, giusto?

Assolutamente si, ma il panorama politico sta cercando di essere molto più propositivo rsipetto agli incontri precedenti. La cosa più significativa è l’accordo storico tra Cina e Stati uniti annunciato lo scorso Novembre, durante il quale le due maggiori potenze mondiali nonché consumatori di carbone hanno espresso il loro impegno ad abbandonare i combustibili fossili.

Obama ha fatto dell’accordo sul clima una priorità del proprio piano politico durante il G7 (Canada, Francia, Germania, Regno Unito, Italia, Giappone e Stati Uniti) in cui si è deciso di decarbonizzare gli stati nel corso del secolo – obiettivo ZERO EMISSION entro il 2100.

Nel frattempo i paesi che prima costituivano un ostacolo ad un accordo internazionale, inclusi Cina ed India stanno virando verso le energie rinnovabili (sebbene l’India abbia un piano energetico ambiguo e voglia anche duplicare l’uso di carbone entro il 2020).

La società civile ha dato un grosso contributo in termini di pressione sui leader politici a COP, e ci si aspetta centinaia di migliaia di persone in piazza durante i giorni di COP.

La cosa più importante da tenere presente è che il successo o meno di questo accordo determinerà il futuro di ciascun paese.

5- Bene, quindi cosa posso fare?

E’ importante che i nostri leader abbiano un segnale concreto della nostra volontà di mettere in pratica un’azione concreta sul clima adesso. Per questo migliaia di persone marceranno per il clima in tutto il mondo il 29 novembre. Partecipa anche tu!

 

fonte

Leave a Reply